HOME BIOGRAFIA SPETTACOLI LABORATORI LIBRI STAMPA CONTATTI
Una poesia per il corpo,
per la riabilitazione oncologica


>>Il corpo e il limite
nell'arte e nella cura


La memoria poetica del corpo

La Zattera di Nessuno

Laboratorio per docenti
e operatori


Brochure seminari
(pdf 137 KB)



Il progetto Il corpo e il limite nell'arte e nella cura, creato dall'equipe de la Zattera di Nessuno, composta da Piera Principe, Nicola Aliprandi (musicologo) e le due formatrici professionali Marta Rampinini e Silvia Solari, propone approfondimenti ed esplorazioni della dimensione corporea a partire dall'antropologia del LIMITE, punto privilegiato di osservazione in cui riconoscersi e da cui procedere per l'armonico sviluppo delle facoltà del nostro io-corpo- persona.
Tecniche e riflessioni in connessione con gli ambiti della formazione dei docenti, degli operatori sociali, dei volontari e di persone in situazione di disagio.

L'attivazione di percorsi pratici destinati ad operatori sociali, insegnanti e volontari che lavorano con il proprio corpo o rivolgono atti di cura al corpo di persone in situazioni di disagio (temporaneo o permanente).
Giornate di lavoro di gruppo per permettere a più livelli di confrontarsi e ampliare momenti costruttivi di auto-formazione (l'unica via, a nostro avviso, che permetta una crescita costante).
Un’equipe multidisciplinare di consulenza e di confronto per stimolare e riposizionare il "training" di chi, professionalmente scende in campo con il proprio "corpo docente".


Connessioni e approfondimenti

Nel tentativo di ampliare l'orizzonte delle idee e delle tecniche di supporto a chi pratica o riceve atti di cura, ci proponiamo di sviscerare e condividere, durante i laboratori pratici, tematiche quali:
  • il limite nel corpo del docente;
  • l'idea-valore dell'imperfezione e della fragilità;
  • la diversità che unisce.

Contatti

lazatteradinessuno@gmail.com